10 giorni in Marocco: itinerario di viaggio in Marocco

/ / Itinerari, marocco
Show some love ... Share this!
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest

Ci sono luoghi e ci sono viaggi che ti restano nel cuore, e quanto certi ricordi riaffiorano, sento subito un brivido e mi luccicano gli occhi dall’emozione. Questo mi succede quando ripenso al mio viaggio in Marocco. E’ stata un’esperienza davvero straordinaria: una vera e propria meravigliosa avventura. Oggi voglio condividere con voi il mio itinerario di 10 giorni in Marocco, nella speranza che possa esservi d’aiuto nell’organizzare il vostro prossimo viaggio in questo incantevole Paese.

Quello che vi propongo è un itinerario di viaggio in Marocco. Seguendo questo itinerario riuscirete ad ottimizzare al massimo il tempo a disposizione. Esplorerete luoghi davvero affascinanti e vivrete un’esperienza che resterà per sempre nel vostro cuore.

10 giorni in Marocco: itinerario di viaggio in Marocco

Organizzare il viaggio in Marocco

Raggiungere il Marocco è davvero molto semplice e ci sono moltissime compagnie aeree low cost che volano su città importanti com Fes o Casablanca. Quando si tratta di voli aerei la strategia è sempre la stessa: prima si prenota, più si risparmia. Sono sempre più convinta che il famoso “last minute” sia solo una vecchia leggenda metropolitana.
Per ottimizzare il tempo a disposizione ho deciso di partire da una località e prendere il volo di rientro da un’altra. Nello specifico il mio itinerario di viaggio in Marocco è cominciato a Fes e si è concluso a Marrakech.

COME SPOSTARSI IN MAROCCO

Ho utilizzato la linea ferroviaria, a mio avviso eccellente, per spostarmi tra le principali località del Marocco. In fase di organizzazione del vostro itinerario vi consiglio di visitare il sito dell’ ONCF, in modo da poter consultare orari, tariffe e coincidenze.
Per quanto riguarda invece la parte più a sud est (da Marrakech in poi – deserto del Sahara, la regione dell’Alto Atlante ecc..) mi sono affidata ad un tour operator locale.

DOVE DORMIRE IN MAROCCO: COME SCEGLIERE IL POSTO PERFETTO

10 giorni in Marocco - Fes Bab Bou Jeloud

In Marocco troverete moltissime alternative per il vostro pernottamento, adatte ad ogni tipo di portafoglio.
Quando fate la vostra ricerca, vi consiglio di cercare il vostro hotel tenendo aperta la mappa del portale per le prenotazioni, in modo da capire dove si trova l’hotel che state scegliendo. La cosa migliore, sempre per ottimizzare i tempi e riuscire a raggiungere i luoghi di interesse a piedi, è pernottare nella medina di ogni città. La medina è praticamente il centro storico, dove si trovano la maggior parte dei punti di interesse, ristoranti e attrazioni turistiche.
Un altro consiglio che mi sento di darvi è quello di concedervi almeno una notte un soggiorno in un incantevole riad. I riad sono antichi palazzi storici, un tempo dei ricchi mercanti, che sono stati trasformati in splendidi hotel. Generalmente sono dotati un meraviglioso cortile centrale con piscina o fontana decorata con i tipici motivi marocchini.

Dopo queste premesse passiamo ora all’itinerario di viaggio di 10 giorni in Marocco! Buona lettura!

10 giorni in Marocco: itinerario di viaggio in Marocco

GIORNO 1 – FES

Marocco in 10 giorni - Fes Concerie Chouara

Fes è senza dubbio una delle città più affascinanti del Marocco. Fa parte delle cosiddette Città Imperiali e la sua enorme medina di origine medievale, conserva ancora oggi il suo antico incanto.
Percorrete il suo centro storico, passeggiate nei mercati dove antichi mestieri qui trovano ancora il loro spazio.
Da non perdere a Fes sono di sicuro le due scuole coraniche: la Medersa el-Attarine e la Medersa Bou Inania. Resterete affascinati dalla bellezza delle decorazioni!
Ciò che mi è piaciuto di più di Fes sono state le antiche concerie Chouara, che a mio avviso sono il luogo più suggestivo della città. Qui vengono trattate le pelli per poi essere trasformate in borse, scarpe e vari accessori.

GIORNO 2 – MEKNES E DINTORNI

10 giorni in Marocco - Meknes - itinerario di viaggio in Marocco

Anche Meknes fa parte delle antiche Città Imperiali ed è facilmente raggiungibile in treno da Fes in poco più di 30 minuti. La parte più affascinante di Meknes è la sua antica medina, dove si trovano straordinarie moschee. Vale assolutamente la pena poi, visitare la Medersa Bou Inania ed il Mausoleo di Moulai Ismail.
Meknes è un’ottima base di partenza per raggiungere luoghi davvero interessanti come Volubilis, sito di antiche rovine romane con splendidi mosaici, e Moulai Idriss: la città più sacra del Marocco.
Organizzando bene i vostri tempi è possibile riuscire a fare tutto in un giorno. Io ad esempio avevo preso un taxi la mattina presto per raggiungere Volubilis e Moulai Idriss. Il pomeriggio invece l’ho dedicato alla visita di Meknes. Qui trovate maggiori dettagli su come visitare Meknes e dintorni in un giorno.

GIORNO 3 – RABAT E CASABLANCA

Rabat, la torre Hassan vista dalla piazza del Mausoleo. 10 giorni in Marocco

Rabat è la moderna capitale del Marocco ed è raggiungibile comodamente in treno da Meknes in sole 2 ore. Se avete tempo vi consiglierei di pernottarvi perché è una città davvero molto vivace e vale la pena trascorrervi più tempo. Pur essendo una grossa capitale è una città molto vivibile, pulita e ben curata.
Sono molte le cose da vedere a Rabat, tra quelle da non perdere c’è di sicuro la bellissima Kasbah degli Oudaya. Si tratta di uno dei luoghi più attraenti della città caratterizzato da tante casette bianche e azzurre e punti panoramici da cui ammirare l’Oceano Atlantico.
Ci sono altri due luoghi imperdibili nel cuore della capitale: La Tour Hassan ed il Mausoleo di Mohammed V. Se avete tempo vi consiglio vivamente di visitare anche la Chellah, un bellissimo sito archeologico leggermente fuori dal centro.

Casablanca -  10 giorni in Marocco, itinerario di viaggio in Marocco

Dopo aver trascorso la maggior parte della giornata a Rabat, ho raggiunto Casablanca nel tardo pomeriggio in soltanto un’ora di treno. Avevo scelto di non dedicare molto tempo a Casablanca perché è una città estremamente moderna e l’unico monumento che mi interessava visitare era la meravigliosa moschea di Hassan II. Merita assolutamente una visita perché è qualcosa di straordinario!

GIORNO 4 – MARRAKECH

Marrakech, minareto della Koutoubia -  10 giorni in Marocco

La meravigliosa Marrakech è una città vivace e affascinante situata nel cuore del Marocco. La sua medina vi stupirà come anche la sua piazza: Djemaa el Fna, una delle piazze più famose al mondo. Qui si incontrano ballerini, cantastorie, acrobati e incantatori di serpenti. Il tutto è circondato da moltissimi locali in cui assaggiare le specialità del posto al ritmo di musica marocchina.

Sulla piazza si affaccia la straordinaria moschea della Koutoubia, il cui minareto è simbolo indiscusso della città di Marrakech. Il minareto della Koutoubia è l’esempio più eclatante della perfezione artistica ispanico-moresca. L’accesso alla moschea non è consentito ai non musulmani, si possono però visitare i giardini esterni dove si trovano numerose rovine.
Marrakech è raggiungibile in treno in circa 4 ore da Casablanca.

GIORNO 5 – VERSO AIT BEN HADDOU

ait ben haddou - 10 giorni in marocco

Come vi anticipavo in precedenza, per visitare queste aree del Marocco mi sono affidata ad uno dei tanti tour operator locali che organizzano escursioni di più giorni con pernottamento nel deserto del Sahara.
Il primo giorno sono previste diverse tappe davvero interessanti.
Dapprima si percorre una strada tortuosa , ma estremamente panoramica, che attraversa la catena montuosa dell’Alto Atlante.
Si raggiunge poi la meravigliosa vallata di Ourika, dove scorre l’omonimo fiume. Il paesaggio qui è estremamente rigoglioso ed è abitato soprattuto da contadini e allevatori berberi. Si prosegue fino al passo di Tizi n’Tichka che regala delle vedute davvero suggestive.

Una delle tappe più interessanti di questo breve tour è senza dubbio Ait Ben Haddou, una straordinaria kasbah sorprendentemente ben conservata che si trova sulle sponde di un fiume. La sua autentica bellezza ha fatto si che venisse utilizzata come set cinematografico di numerosi film e serie tv. Nelle vicinanze si trova anche la città di Ourzazate, la cui kasbah è estremamente famosa ed anche qui furono girate molte scene di film e serie tv estremamente note come Trono di Spade.

Lasciandosi alle spalle Ourzazate si procede verso est, attraversando la Vallèe des Roses: una valle ricca di roseti i cui fiori vengono utilizzati per creare essenze ed acqua di rose. L’ultima tappa della giornata è un meraviglioso la valle del Dades, caratterizzata da paesaggi suggestivi, rocce scolpite dal vento e oasi di montagna.

GIORNO 6 – DALLE GOLE DEL TODRA AL DESERTO DEL SAHARA

La prima tappa della giornata è Tinerhir. Si tratta di magnifico villaggio berbero costruito su terrazze, circondato da un enorme palmeto e campi coltivati. Qui vengono prodotti tappeti berberi tradizionali realizzati rigorosamente a mano.

A circa 15 km da Tinerhir si trovano le immense gole del Todra, immerse in un paesaggio fantastico. Il fiume Todra scorre tra pareti rocciose che in alcuni punti raggiungono un altezza di 300 metri. Le acque di questo fiume sono utilizzate dai contadini per irrigare i campi di mandorli e molti pastori portano le loro capre a dissetarsi sulle sue rive.

Infine la meta più attesa: lo sconfinato deserto del Sahara. Il punto di accesso si trova nelle vicinanze di Erg Chebbi, dove mi attende un suggestivo tour al tramonto in groppa al dromedario. Il paesaggio è davvero straordinario: mi ritrovo improvvisamente circondata da altissime dune di sabbia dietro le quali scende lentamente il sole. E come ciliegina sulla torta, si dorme sotto le stelle in un accampamento beduino.

GIORNO 7 – RIENTRO A MARRAKECH

Come il tramonto anche l’alba è un momento sempre emozionante. Vedere il sole sorgere tra le due e tingerle piano piano di un colore dorato è stato davvero affascinante. Dopo una tipica colazione dove non poteva mancare il tipico tè bollente, è giunto il momento di tornare in groppa al dromedario e lasciarsi il Sahara alle spalle.
Dopo quasi 12 ore di bus, finalmente rientro a Marrakech e mi preparo per la nuova giornata che mi attende.

GIORNO 8 – MARRAKECH

Avendo l’intera giornata a disposizione per visitare Marrakech ne approfitto per vedere altri siti e monumenti davvero interessanti.
Tra questi il Palazzo Bahia ed il Palazzo El Badi. Imperdibile è poi la Madarsa Ben Youssef, al cui interno si trovano decorazioni in ceramica davvero sorprendenti. Non potevo farmi mancare una passeggiata nel suq di Marrakech, il grande mercato dove si può trovare davvero qualsiasi cosa! Adoro i colori ed i profumi dei mercati, soprattutto quelli del Marocco: sono il luogo perfetto per trovare qualche souvenir!

GIORNO 9 – ESSAOUIRA

essaouira, scorcio sul mare della città portuale di essaouira - 10 giorni in marocco, tour di 10 giorni

Essaouira, in passato nota con il nome di Mogador, è una cittadina costiera affacciata sull’atlantico. La sua medina rientra tra i patrimoni dell’UNESCO. Un po’ come Sidi Bou Said in Tunisia, Essaouira è stata per molti anni una meta ambita dagli artisti provenienti da diverse parti del mondo. Qui potevano trovare pace e ispirazione nella piacevole brezza marina.
Oltre all’antica medina, uno dei luoghi più pittoreschi è senza dubbio il porto del pesce, dove centinaia di barchette azzurre dondolano cullate dalle onde, una di fianco all’altra.
Essaouira è raggiungibile da Marrakech in circa 3 ore di bus, oppure si può partecipare ad una delle tante escursioni in giornata organizzate dai tour operator locali.

GIORNO 10 – RIENTRO IN ITALIA

Si è così concluso questo viaggio di 10 giorni in Marocco.
Il Marocco è sempre stato un Paese che mi affascinava molto per cui avevo aspettative davvero alte da questo viaggio, e sono state interamente soddisfatte, se non superate!
Del Marocco porto nel cuore la cultura, il patrimonio storico-artistico (le decorazioni delle mederse e dei palazzi sono qualcosa di straordinario!), la gente, il cibo!!!! Per non parlare dei paesaggi: i ripidi e scoscesi valichi di montagna, le oasi, i palmeti, le gole profondissime, canyon, rocce scolpite dal vento e suggestive kasbah abbandonate. Ma il grande protagonista resta sempre lui: il deserto del Sahara. E’ qui che ho provato le più grandi emozioni. Il deserto, un po’ come il mare, ha il potere di trasmettere una pace quasi surreale. Tutto tace, si sente solo il suono del vento caldo che sposta i granelli di sabbia facendo assumere alle dune forme ogni volta diverse.

Show some love ... Share this!
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
TORNA SU